Comune di Colle di Val d'Elsa: Controllo inquinamento acustico

Venerdì, 18 Ottobre 2019

Controllo inquinamento acustico

La legge regionale 1 dicembre 1998 n. 89 impone la redazione o adeguamento del piano di classificazione acustica del territorio comunale, mediante acquisizione del parere della USL e in collaborazione con l'ARPAT.
L'attuale piano comunale di classificazione acustica del territorio (PCA) è stato approvato con delibera del consiglio n. 54 del 30/06/2005 secondo la destinazione urbanistica del territorio prevista dal piano regolatore generale e conformemente alle indicazioni del regolamento urbanistico e del piano strutturale.

Valutazione di impatto acustico
La realizzazione di nuove strutture adibite ad ospitare attività rumorose o l'esercizio di tali attività in strutture esistenti è subordinata alla presentazione della documentazione di previsione di impatto acustico.
Sono sottoposte alla valutazione previsionale di impatto acustico le seguenti attività:
  • discoteche
  • circoli privati e pubblici esercizi ove sono installati macchinari o impianti rumorosi;
  • impianti sportivi e ricreativi;
  • servizi commerciali polifunzional
  • aeroporti, aviosuperfici, eliporti
  • strade di tipo A (autostrade), B (strade extraurbane principali), C (strade extraurbane
  • secondarie), D (strade urbane di scorrimento), E (strade urbane di quartiere) e F (strade locali)
  • ferrovie ed altri sistemi di trasporto collettivo su rotaia
  • opere sottoposte a valutazione di impatto ambientale
Attività rumorose a carattere temporaneo
Sono da considerarsi attività rumorose a carattere temporaneo quelle esercitate presso pubblici esercizi o circoli privati a supporto dell'attività principale licenziata (quali ad es.: piani-bar, serate musicali, ecc.), allorquando non superino complessivamente 30 giornate nell'arco di un anno.

L'esercizio di attività rumorosa a carattere temporaneo sul territorio comunale nel rispetto dei limiti di rumore e di orario necessita di comunicazione da inviare al Sindaco almeno 30 giorni prima dell'inizio dell'attività rumorosa, presentando specifica istanza, corredata dalla documentazione richiesta, secondo gli allegati al regolamento.
Per le attività che non prevedono di rispettarne le condizioni stabilite dal regolamento, dovrà essere presentata ai fini dell'autorizzazione una richiesta contenente una relazione descrittiva dell'attività redatta da un tecnico competente.

In Evidenza