OFFICIAL_SITE_TITLE: Contributo barriere architettoniche

Wednesday, 16 October 2019

Contributo barriere architettoniche

There are no translations available.

Contributo per il superamento delle barriere architettoniche - Legge LEGGE 13/89

La richiesta di contributo può essere presentata dal soggetto interessato, portatore di handicap (soggetto affetto da patologie che comportino limitazioni funzionali permanenti alla deambulazione) residente nel territorio per installare attrezzature e/o realizzare opere tendenti al superamento delle barriere architettoniche. La presentazione delle domande ha scadenza annuale che è fissata per legge entro il 1° marzo di ogni anno. Le domande devono essere presentate presso l'Ufficio Relazioni con il Pubblico del Comune in orario di apertura. Per chiedere il contributo occorre presentare una domanda in bollo indirizzata al Sindaco del Comune di Colle di Val d'Elsa. Nella domanda devono essere indicate l'opera da realizzare e la previsione di spesa. Le opere da realizzarsi riguardano la rimozione di barriere che creano difficoltà di accesso all'immobile o alla singola unità immobiliare oppure difficoltà di fruibilità e visitabilità dell'alloggio. Alla domanda devono essere allegati: certificato medico in carta libera attestante l'handicap, dichiarazione sostitutiva dell'atto di notorietà nella quale risultino l'ubicazione dell'abitazione e le difficoltà di accesso, certificato rilasciato dall'ASL attestante l'invalidità totale con difficoltà di deambulazione. Le domande, debitamente istruite, vengono inserite in graduatorie divise, secondo la patologia attestata dalla certificazione medica presentata (invalidi totali e parziali) e secondo l'ordine cronologico delle domande stesse. Il contributo a fondo perduto per la realizzazione di opere direttamente finalizzate al superamento e all'eliminazione di barriere architettoniche in edifici già esistenti, è cumulabile con quelli concessi a qualsiasi titolo al condominio, al centro o istituto o al portatore di handicap. Il contributo concesso viene determinato in misura percentuale alla spesa sostenuta. Per la concessione dei contributi, è stato istituito presso il Ministero dei Lavori Pubblici un fondo speciale, annualmente ripartito tra le Regioni.

In Evidenza