OFFICIAL_SITE_TITLE: PACIFICAmente: dalle scuole della Valdelsa senese un messaggio di pace e fratellanza

Friday, 18 October 2019

PACIFICAmente: dalle scuole della Valdelsa senese un messaggio di pace e fratellanza

There are no translations available.

stemma_miniComunicato stampa n.59 del 28 febbraio 2011

Sabato scorso la premiazione dei lavori realizzati da bambini e ragazzi delle scuole di ogni ordine e grado
PACIFICAmente: dalle scuole della Valdelsa senese un messaggio di pace e fratellanza

sul_palco-da_sinistra-_Chiara_VanniniGabriele_Marini_Monica_Martinucci_e_Paolo_BrogioniDisegni, canzoni, poesie, racconti, plastici, foto e video per celebrare il valore della pace e andare oltre ogni forma di discriminazione, verso un mondo migliore e multicolore. Le scuole di ogni ordine e grado della Valdelsa senese - Colle di Val d'Elsa, Casole d'Elsa, Poggibonsi, Radicondoli e San Gimignano - e di Monteriggioni, - hanno lanciato questo messaggio partecipando al concorso PACIFICAmente, promosso dal Consiglio comunale dei ragazzi di Colle di Val d'Elsa, che si è concluso sabato scorso con la premiazione al Teatro del Popolo dei lavori selezionati dalla giuria tra i quasi duecento pervenuti in circa due mesi. Tutti i lavori realizzati saranno presto esposti in una mostra aperta al pubblico. La premiazione di PACIFICAmente, trasmessa in diretta streaming sulla web tv del Comune, può essere rivista nella sezione "Eventi", all'indirizzo www.comune.collevaldelsa.it/tv.

I saluti. "La straordinaria partecipazione di tutte le scuole della Valdelsa senese, da quelle dell'infanzia alle superiori - ha detto Gabriele Marini, presidente del consiglio comunale di Colle di Val d'Elsa che ha coordinato la premiazione - sottolinea la partecipazione attiva di bambini e ragazzi su temi così importanti come la pace e la convivenza civile fra i popoli e su com'è importante partire dal mondo della scuola, dell'istruzione e della formazione, dare voce ai bambini e ai ragazzi per assicurare alle nostre comunità non solo un presente ma anche un futuro di pace. Un forte ringraziamento va a tutto il Consiglio comunale dei ragazzi, che ha pensato al concorso, al nome e al logo; alle insegnanti che coordinano il progetto del consiglio, Patrizia Cornamusini e Serena Storion, e Franca Parri, da quest'anno in pensione, che ha fatto parte anche della giuria, insieme a una delegazione del consiglio comunale dei ragazzi, a una rappresentanza dei comuni e del mondo dell'associazionismo".

Il successo del concorso è stato sottolineato anche da Paolo Brogioni, sindaco di Colle di Val d'Elsa. "Il compito della giuria - ha detto Brogioni - non è stato facile, per l'alta qualità dei lavori e delle idee contenute in essi. Questa iniziativa assume un valore aggiunto per la concomitanza con il 150esimo anniversario dell'Unità d'Italia e per il suo inserimento nel cartellone di appuntamenti per le celebrazioni del 67esimo anniversario dell'eccidio di Montemaggio, che Colle sta coordinando quest'anno come capofila della Valdelsa senese e fiorentina. PACIFICAmente è stato un omaggio a tutti coloro, e in particolare ai diciannove giovani partigiani valdelsana, che sono morti per liberare l'Italia e affermare valori come pace, uguaglianza e democrazia. Il compito delle istituzioni deve essere quello, infatti, di rendere contemporanea la nostra storia, anche con iniziative come queste, coinvolgendo i giovani, che sono il nostro futuro".

un_po_di_pubblicoPrima delle premiazioni, hanno portato il loro saluto anche Niccolò Guicciardini, presidente della Commissione cultura del consiglio provinciale di Siena; Monica Martinucci, dirigente scolastico della scuola media "Arnolfo di Cambio", frequentata dai componenti del Consiglio comunale dei ragazzi e il sindaco dei ragazzi, Chiara Vannini, che ha premiato i primi classificati. I premi per i secondi e terzi posti e le menzioni speciali, invece, sono stati consegnati dagli assessori del Consiglio comunale dei ragazzi - Serena Brasiello, Irene Gambassi, Roberto Guidi, Noemi Peroni, Magdalena Zaleska e Amedeo Verniani - e dai consiglieri Gabriele Casagli, Giovanni Corti, Maria Grazia Cuoco, Andrea Erriu, Cristian Ferrini, Ylenia Folletto, Maia Geremia, Riccardo Giglio, Elisa Guerrera, Sabrina Peluso, Sara Pizzuti, Francesca Zeqo e Andrea William Sam. I premi consegnati sono stati libri per i più piccoli, scuole dell'infanzia e primarie, biglietti per cinema e teatro e libri per le scuole medie e superiori. Un segnalibro con il logo del concorso, poi, è stato consegnato a tutti i partecipanti, per ricordare l'iniziativa.

I premiati. Nella sezione "Baby Pacifisti", rivolta alla scuola dell'infanzia, il primo premio è andato alla scuola dell'infanzia statale di Borgatello (Colle di Val d'Elsa); il secondo premio alla scuola dell'infanzia statale di Via Maremmana Vecchia (Colle di Val d'Elsa); il terzo premio, ex aequo, alla scuola dell'infanzia paritaria "San Giuseppe" (Colle di Val d'Elsa) e alla scuola dell'infanzia comunale di Via Risorgimento, sezione rossa (Poggibonsi). Una menzione speciale, poi, è andata alla scuola dell'infanzia comunale di Luco, sezione rossa (Poggibonsi).

Nella sezione "Piccoli Pacifisti", per la scuola primaria, si è aggiudicata il primo premio la classe VB della scuola elementare "G.Rodari" (Castellina Scalo, Istituto comprensivo di Monteriggioni); il secondo premio è andato alla IIIC della scuola elementare "A.Salvetti" (Colle di Val d'Elsa); ex aequo per il terzo premio alle classi IA, VB, VC, VD della scuola elementare "A.Salvetti" (Colle di Val d'Elsa). Due le menzioni speciali per questa sezione, che sono andate alle classi VA, VB, VC e VD della scuola elementare "A.Salvetti" (Colle di Val d'Elsa) e alla classe IIC della stessa scuola colligiana.

una_premiazioneNella sezione "Peace in progress", per la scuola secondaria di primo grado, il primo premio è andato a Linda Checcucci della classe IIE della scuola media "Arnolfo di Cambio (Colle di Val d'Elsa); secondo premio ex aequo per Arianna Landi, classe IIIC della scuola media "Folgore da San Gimignano" (San Gimignano), e per Carlotta e Sofia Guerranti Scuola Media "L. da Vinci" Poggibonsi – 3N Il terzo premio è stato vinto da Debora Mandalà, classe IIIF della scuola media "Arnolfo di Cambio (Colle di Val d'Elsa). Due menzioni speciali anche per questa sezione: a Bianca Gozzi, Giulia Mangiafico, Iuri Luchetti e Tommaso Saltarelli, classe IIH della scuola media "Arnolfo di Cambio (Colle di Val d'Elsa) e a Noemi Secchiano, classe IIII della scuola media "Arnolfo di Cambio (Colle di Val d'Elsa), sezione di Casole d'Elsa.

La sezione "Giovani Pacifisti", per la scuola secondaria di secondo grado, ha premiato Nunzia Campino e Whaid Dunia, classe IIAP dell'Istituto "San Giovanni Bosco" (Colle di Val d'Elsa); il secondo premio è andato a Giulia Verniani, classe ID del liceo scientifico "A.Volta" (Colle di Val d'Elsa). Terzo premio ex aequo per la redazione del giornalino scolastico "La voce del leone", classe IIS dell'Istituto Sarrocchi-Roncalli (Poggibonsi) e per Caterina Bozzo, classe IIICL dell'Istituto "San Giovanni Bosco" (Colle di Val d'Elsa). La menzione speciale è andata a Roberta Liti, Giulia Provvedi, Federica Bruni e Adele Barneschi, classe IIC del liceo scientifico "A.Volta" (Colle di Val d'Elsa).

Un riconoscimento speciale, infine, è stato consegnato alla "Pace delle parole", una storia co-prodotta da un gruppo di bambini dai 6 ai 14 anni grazie al progetto promosso dalla "Freccia Azzurra", il sostegno extrascolastico dell'Arci provinciale di Siena, coordinato da Clizia Bigliazzi, che si svolge a Colle di Val d'Elsa, nei locali della Casa del Popolo.

In Evidenza